Home
Diorama Letterario n 328
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n. 328 di Diorama Letterario

Articoli di: Marco Tarchi, Alain de Benoist, Archimede Callaioli, Marco De Troia, Iacopo Nappini, Alberto Giovanni Biuso, Eduardo Zarelli.

Abbonatevi alla rivista, versate un contributo di 30 euro per 10 numeri (qualunque ne sia la periodicità). La diffusione delle nostre idee ha bisogno del sostegno di tutti.

Read more...
 
Diorama Letterario n. 327
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n. 327 di Diorama Letterario

Articoli di: Marco Tarchi, Alain de Benoist, Claude Karnoouh, Gilles Munier, Giuseppe Ladetto, Giuseppe Giaccio, Eduardo Zarelli, Massimo Virgilio, Giuseppe Del Ninno.

Abbonatevi alla rivista, versate un contributo di 30 euro per 10 numeri (qualunque ne sia la periodicità). La diffusione delle nostre idee ha bisogno del sostegno di tutti.

Read more...
 
Intervista
Written by Administrator   

Marco Tarchi risponde sul populismo sulle pagine del Fatto quotidiano

Qualcuno lo aveva previsto, quasi mezzo secolo fa. Presentando nel maggio 1967 il convegno di studi della London School of Economics che mirava a definire il già allora controverso soggetto, gli organizzatori, parafrasando Marx, si erano sbilanciati in un’affermazione netta: “Uno spettro sta ossessionando il mondo: il populismo”. Avevano ragione, ma forse non immaginavano che quell’ossessione sarebbe durata così a lungo nel tempo.

Read more...
 
Editoriale
Written by Administrator   

Di seguito pubblichiamo un editoriale di Marco Tarchi apparso su Diorama Letterario n. 325.

Realtà virtuali

Nel gergo degli specialisti di studi sulla comunicazione si chiama framing, che in italiano significa “incorniciamento”. È il processo mediante il quale, come ha scritto uno degli autori che più a fondo lo hanno studiato, “si selezionano alcuni aspetti della realtà percepita, gli si dà importanza in un determinato contenuto informativo, in modo da evidenziare una particolare definizione di un problema, una interpretazione causale, una valutazione morale e/o una proposta di soluzione”[i]. I manuali di comunicazione politica, nel commentarne gli effetti, sottolineano che “I media non sono mere fonti di informazioni, specchi passivi del mondo reale. La conoscenza che trasmettono è profondamente intrisa di significati, emozioni, stimoli, visioni del mondo. 


 

 

[i] Robert M. Entman, Framing: Toward clarification of a fractured paradigm, in “Journal of Communication”, XLII, 4, pag. 52.

 
 

 

Read more...
 
Diorama Letterario n. 326
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n. 326 di Diorama Letterario

Articoli di Marco Tarchi, Alain de Benoist, Pierre Bérad, Jean-Robert Raviot, Giuseppe Ladetto, Giuseppe Giaccio, Archimede Callaioli,

Abbonatevi alla rivista, versate un contributo di 30 euro per 10 numeri (qualunque ne sia la periodicità). La diffusione delle nostre idee ha bisogno del sostegno di tutti.

Read more...
 
Diorama letterario n. 325
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n. 325 di Diorama Letterario

Articoli di Marco Tarchi, Alain de Benoist, Jean Arthuis, Jean de Juganville, Giuseppe Ladetto, Giuseppe Del Ninno, Giuseppe Giaccio, Luigi De Anna, Iacopo Nappini, Archimede Callaioli, Emmanuel Lévy.

Abbonatevi alla rivista, versate un contributo di 30 euro per 10 numeri (qualunque ne sia la periodicità). La diffusione delle nostre idee ha bisogno del sostegno di tutti.

Read more...
 
Diorama letterario 324
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n. 324 di Diorama Letterario

Articoli di: Marco Tarchi, Alain de Benoist, Giuseppe Berta, Stefano Feltri, Antonio Galdo, Antonio Carioti, Gianfranco Morra, David Allegranti, Carlo Moscatello, Nicoletta Tiliacos, Francesco Boezi, Francesco Marchianò, Carlo Muzzi, Alberto Caroli, Stefano Girlanda, Gino Dato, Manilo Triggiani, Giuseppe Ladetto e Maurizio Bergonzini.

Abbonatevi alla rivista, versate un conbtributo di 30 euro per 10 numeri (qualunque ne sia la periodicità). La diffusione delle nostre idee ha bisogno del sostegno di tutti.

Read more...
 
Diorama letterario 323
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n. 323 di Diorama Letterario

Articoli di Alain de Benoist, Marco Tarchi, Roberto Zavaglia, Marco De Troia, Giuseppe Giaccio, Eduardo Zarelli, Giuseppe Ladetto, Archimede Callaioli.

Abbonatevi alla rivista, versate un contributo di 30 euro per 10 numeri (qualunque ne sia la periodicità). La diffusione delle nostre idee ha bisogno del sostegno di tutti.

Read more...
 
COMUNICAZIONE
Written by Administrator   

Per qualunque comunicazione relativa a
Diorama, Trasgressioni e La Roccia di Erec, scrivete a
This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it

 
Fiumi di sangue e di parole.
Written by Administrator   
 

Troppe volte abbiamo ricordato, su queste colonne, quanto peso abbia da sempre l’ipocrisia nella politica per stupirci dell’uso smodato che da più parti se ne è fatto in occasione dei tragici eventi parigini delle scorse settimane. Stracciarsi le vesti, buttarla sulla commozione, solleticare l’emotività del pubblico è stato, fin dai tempi antichi, un piatto forte del repertorio retorico della demagogia, un genere che non è mai passato di moda negli ambienti avvezzi alla gestione del potere, anche se, con l’andar del tempo, abiti e atteggiamenti hanno dovuto adeguarsi alle mode correnti. Intatto è rimasto comunque l’obiettivo che ci si prefigge ricorrendo a questi espedienti: sgombrare preventivamente il terreno dalla possibilità di un’analisi razionale dei fatti, far passare per cinico ed insensibile chiunque voglia imboccare questa strada per vederci più chiaro e oltrepassare il livello delle reazioni epidermiche, distogliere l’attenzione dalle responsabilità della parte che si vuol difendere e incanalare gli umori popolari verso i nemici designati.

 
Read more...
 
Diorama letterario
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n. 322 di Diorama Letterario

Articoli di: Marco Tarchi, Alain de Benoist, Eduardo Zarelli, Felix Morès, Gérard Dussoy,Michel Lhomme

Abbonatevi alla rivista, versate un conbtributo di 30 euro per 10 numeri (qualunque ne sia la periodicità). La diffusione delle nostre idee ha bisogno del sostegno di tutti.

Read more...
 
Diorama letterario n 321
Written by Administrator   

All'interno l'indice del n 321 di Diorama Letterario

Articoli di: Alain De Benoist,Giuseppe Giaccio,Giuseppe Laddetto,M. De Troia,M. Bergonzini,A. Callaioli

Read more...
 
Trasgressioni
Written by Administrator   
 

Trasgressioni n 58

Il populismo: l'essenza di un concetto e le evoluzioni di un fenomeno politico.

Il fascicolo, di 132 pagine, costa 8 euro.

 
Read more...
 
Diorama Letterario n 320
Written by Administrator   
All'interno l'indice del n 320 di Diorama Letterario.

Articoli di: Marco Tarchi, Alain de Benoist, Giuseppe Giaccio, Giuseppe Ladetto, Yvan Blot,Dominique Jamet, Giuseppe del Ninno.

Read more...
 
Diorama
Written by Administrator   

DIORAMA LETTERARIO

Chiunque voglia ricevere un fascicolo di Diorama in omaggio, per conoscere la rivista, deve indirizzare la sua richiesta, corredata dell'indirizzo a cui spedire, a

This e-mail address is being protected from spam bots, you need JavaScript enabled to view it

 
Diorama 319
Written by Administrator   

  All'interno l'indice del n 319 di Diorama letterario.

Articoli di : Marco Tarchi, Alain de Benoist, Eduardo Zarelli, Giuseppe Giaccio, Marco De Troia, Michel Lhomme, Roberto Zavaglia, Dominique Jamet, Vincenzo Bisbiglia, Fiorenza Licitra, Alberto Giovanni Biuso, Lucia Ferrajoli.

 

Read more...
 
La rabbia e la menzogna
Written by Administrator   

Riportiamo di seguito l'editoriale di Marco Tarchi del n. 319 di Diorama

Corsi e ricorsi storici. Sembrava una teoria ingenua e abbandonata, per quanto illustri fossero coloro che, in epoche diverse, le avevano dato forma e vigore. In epoca di corsa continua al progresso e di tempo lineare dalle propaggini senza confini, era scontato che finisse fuori moda. Eppure, la convinzione che gli eventi umani ripropongano periodicamente scenari già osservati – magari nella versione un po’ ironica di Marx, che alla tragedia vedeva succedere la farsa – sembra conservare un buon numero di adepti. Ce lo dimostra oggi l’Europa, che attende per l’ennesima volta la calata dei barbari sul suo stesso territorio e agita lo spauracchio di un potente nemico pronto a minacciarne le frontiere.

Sul primo versante, l’allarme lanciato dalle classi dirigenti del continente prende di mira la composita armata populista, pronta a invadere il Parlamento di Strasburgo con un plotone di guastatori, intenzionati a turbare la sonnacchiosa e spesso consociativa prassi dell’assemblea con argomentazioni, e magari comportamenti, che non rispettano i canoni del politicamente corretto. Sul secondo, l’obiettivo polemico è la “Russia di Putin” (il legame è d’obbligo, negli interventi dei media), l’orso risvegliatosi dal letargo e tornato famelico, che si è fatto un sol boccone della tutt’altro che maldisposta Crimea e osa compiere manovre militari alle frontiere con l’Ucraina per dare sostegno agli insorti delle regioni orientali del paese, da sempre diffidenti verso Kiev e oggi in scontro diretto con il governo imposto dall’insurrezione di piazza e dalle pressioni di vario genere dell’Occidente euroamericano.

Read more...
 
I MALPENSANTI
Written by Administrator   

 

Riportiamo di seguito l'editoriale di Marco Tarchi del n. 318 di Diorama

Qualunque studente del primo o secondo anno di una Facoltà di Scienze politiche sa che le leggi elettorali sono uno strumento per eccellenza manipolativo. Servono cioè, a seconda della formula che ne è alla base, a distorcere il rapporto fra la volontà degli elettori, espressa attraverso il voto a un candidato e/o a un partito, e l’esito delle loro scelte, ovvero la presenza nelle istituzioni di eletti che corrispondano alle loro opinioni ed aspettative. Nei sistemi maggioritari uninominali ad un solo turno di voto, ad esempio, in ogni collegio la maggioranza di quanti si recano alle urne abitualmente resta esclusa dalla rappresentanza, giacché risulta eletto solo il candidato che ha ottenuto più suffragi, quale che sia la percentuale raggiunta. Il preferito dal 30% finisce spesso per aver ragione del 70% che non lo gradiva. In modo analogo, seppure con più moderazione, funzionano i sistemi uninominali a doppio turno – che eliminano dalla partita decisiva tutte le “minoranze” (in realtà, non di rado nel loro complesso maggioritarie) che hanno sostenuto candidati giunti dal terzo posto in poi, e quelli proporzionali provvisti di soglie di sbarramento o di circoscrizioni con pochi seggi in palio (dove, per avere un eletto, occorre toccare il 25-30%). Solo i meccanismi proporzionali puri si avvicinano alla capacità di fotografare la realtà delle opinioni e dei desideri del corpo elettorale, anche se mai in maniera perfetta, dato che l’attribuzione dei seggi vi è comunque soggetta a più o meno complicate formule matematiche per il conteggio dei voti eccedenti il quoziente che dà diritto a un singolo seggio (i cosiddetti “resti”).

Read more...
 
Il Tempo intervista Marco Tarchi.
Written by Administrator   
Riporto, di seguito, l'intervista che ho rilasciato  al quotidiano "il Tempo" - in forma scritta - e poi ciò che ne ha pubblicato il giornale. Si notino: il titolo, l'attribuzione della qualifica "di destra" in ben due casi, la cancellazione della parte in cui dichiaravo di NON riconoscermi personalmente nelle categorie di destra e di sinistra, gli aggiustamenti, i tagli (questi ultimi, legittimi. Il resto no). E' un buon esempio di quella strategia della manipolazione comunicativa che è moneta corrente in questo paese (e non solo qui).



Fratelli d'Italia, capitanato da Giorgia Meloni, ha ricevuto in eredità il simbolo di Alleanza Nazionale. È la ripartenza giusta per la nuova destra italiana?





Read more...
 
Trasgressioni
Written by Administrator   
a soli 25 euro (più spese di spedizione)
tutti gli arretrati disponibili di Trasgressioni di cui di seguito riportiamo l'indice.


Read more...
 
Diorama 318
Written by Administrator   
All'interno il sommario del numero 318 di Diorama Letterario.


Articoli di: Alain de Benoist, Marco Tarchi, Eduardo Zarelli, Archimede Callaioli, Giuseppe Ladetto, Giuseppe Giaccio, Pierre Le Vigan, Dominique Jamet, Stefano di Ludovico, Roberto Zavaglia, Maurizio Bergonzini, Marco de Troia.


Da questo numero in vigore una nuova offerta di abbonamento
versando 34 euro
sul
ccp 14898506 intestato a Diorama
con i numeri della rivista il libro di Alain de Benoist OLTRE IL MODERNO. Le sfide del nuovo millennio
.

Read more...